Confezionamento Habanos

Habanos sigari cubani da generazioni

Durante la metà del XIX secolo, Cuba fu il primo paese a realizzare la classica scatola per sigari “habilitada”, tutt’oggi ritenuta la forma più utilizzata per inscatolare gli Habanos. Le singolari e originali decorazioni sulla scatola vengono denominate “Habilitaciones”. Ogni etichetta è autentica e viene collocata manualmente su ogni singola scatola, in certi casi prima, in altri dopo che la confezione venga sigillata. Le etichette e le scatole vengono sottoposte ad un controllo qualità da parte del revisore che verifica, oltre all’integrità di scatole ed etichette, la corretta posizione dell’anello sui sigari, i colori, l’ordine e l’aspetto degli habanos. Quelli che non superano il controllo vengono posizionati al contrario e la scatola viene restituita al selezionatore affinché corregga gli errori.

HABILITACIONES

La Cubierta è l’immagine raffigurata sulla parte superiore della scatola.

El Filete è la striscia decorativa che sigilla i bordi della scatola e nasconde la cerniera del coperchio.

La Papeleta è il sigillo di forma ovale o rettangolare posizionato nel lato più corto della scatola.

El Tapaclavo è il sigillo che, posto sul chiodo, ne garantisce la chiusura.

El Costero è la fascia colorata collocata sui lati più corti della scatola che indica la vitola di uscita o il nome commerciale del sigaro.

El Larguero è la fascia colorata posta sui lati più lunghi della scatola.

La Vista è la commemorazione della marca. Essa rappresenta gli antichi scudi reali, le medaglie ottenute, le immagini storiche e i commenti.

El Bofeton è il foglio di carta che protegge i sigari dentro la scatola. Nella maggior parte dei casi è decorata.

Scatola Habilitada (25 sigari): questa è la classica scatola con apertura a libro. Gli habanos contenuti all'interno hanno sempre l'anello, talvolta confezionati in tubos de aluminio o rivestiti con lamine di cedro. Ogni scatola Habilitada contiene 25 o 10 sigari, rotondeggianti o pressati.

Cabinet - Semi Boîte Nature o SBN (24, 25 o 50 sigari): il termine francese utilizzato per questa scatola tradisce la sua origine gallica. Alcune confezioni sono realizzate con legno naturale, altre vengono verniciate. Il nome della marca è incisa con il ferro sul legno, gli habanos sono sempre rotondeggianti.
Cabinet - Scatole con coperchio scorrevole o SLB (25 o 50 sigari): Il termine SLB significa “Slide Lid Box”, presentazione è stata creata per gli inglesi agli inizi del secolo XX. Le scatole sono in legno naturale o verniciato. Gli habanos sono sempre rotondeggianti.
Cabinet Boite Nature (25 sigari): Le scatole vengono realizzate in legno con vernice naturale. Su i coperchi è inciso il marchio, a volte dorato. La scatola è pregiata ed è riservata ad habanos importanti, sempre rotondeggianti.
Cabinet 8 – 9 – 8 (25 o 10 sigari): La scatola è verniciata e presenta lati curvi. Gli habanos sono rotondeggianti e ordinati su tre file, 8 nella prima, 9 nella seconda, otto nella terza. Da qui il nome del sigaro. Da poco disponibile nella versione per 10 sigari.
Mazos (25 sigari): mazzi di sigari rotondi legati da un laccio di seta gialla e avvolti in carta argentata per conservarli meglio. Alcune scatole sono di legno, altre di cartone.
Petacas (1, 3, 5 sigari): pacchetti tascabili in cartone.
Especialidades: confezioni speciali per Edizioni Limitate.

SIGILLI DI GARANZIA

A partire da Gennaio 2005, la Diadema S.p.A. (distributore unico di sigari cubani in Italia) ha introdotto, sulle confezioni di sigari che escono dai propri magazzini, un sigillo di garanzia che ha lo scopo di proteggere con maggiori risorse l’originalità e la provenienza del prodotto. All’interno del sigillo viene messo in risalto l’anno in cui la confezione è entrata nel magazzino Diadema. Il colore identificativo del millesimo cambia ogni anno, per poter meglio illustrare questo iter e l’invecchiamento del prodotto. Grazie al sigillo, l’appassionato avrà maggiori garanzie dal punto di vista qualitativo: tutti i sigari di Diadema sono sottoposti a un sistema di controllo. Il sigillo completa il percorso che già prevede, da parte del produttore, l’apposizione di altri timbri e sigilli molto importanti.

Il sigillo di garanzia della repubblica di Cuba

Il 1889 fu l’anno in cui venne per la prima volta utilizzato un sigillo di Garanzia a seguito di un decreto emanato dal Re di Spagna. In seguito, nel 1912, il governo indipendente cubano approvò una legge che autorizzava l’uso di una nuova immagine, simile a quella utilizzata ancora oggi. Nel 1931 il sigillo subì un’ulteriore modifica e, nel 1999 fu decretato il suo aspetto definitivo, grazie all’aggiunta di un numero di serie di colore rosso e di un emblema leggibile solo alla luce ultravioletta. Questo tipo di sigillo è presente in tutti i prodotti derivati dal tabacco lavorato a Cuba.

Nuovo sigillo di garanzia

Per evitare fenomeni di imitazione, Habanos S.A. sta immettendo sul mercato un nuovo sigillo di garanzia grazie all’aiuto dei propri esportatori esclusivisti in tutto il mondo (tra cui Diadema S.p.A. per quanto riguarda l’Italia),. Le differenze con il vecchio sigillo degli habanos sono due: un codice a barre sulla sinistra e un ologramma sulla parte destra. L’ologramma è stato realizzato con una base di carta sintetica con caratteristiche molto specifiche, come per esempio un tratto che si auto distrugge in caso di rimozione; impermeabilità ad eventuali scansioni o fotocopie; variazioni ottiche come un micro punto visibile soltanto ad una scansione laser.

Dal 1994 su tutte le scatole di habanos viene applicata una fascia adesiva che riporta la dicitura Habanos Denominaciòn de Origen Protegida. Questa etichetta indica la denominazione d’origine controllata. Da Cuba non esce nessuna scatola senza questo sigillo.

Dal 1960 sul fondo delle scatole di habanos viene stampato un timbro a fuoco con le parole “Hecho en Cuba” (Fatto a Cuba). In origine invece la scritta era in inglese, Made in Cuba. Dal 1994, sul fondo delle scatole viene inoltre stampato il timbro “Habanos S.A.”, nome della compagnia che distribuisce gli Habanos nel mondo. Tra il 1985 e il 1994 il suo nome era Cubatabaco.

Totalmente a mano - tripa larga - dal 1989, le scatole di Habanos portano sul fondo questo marchio per indicare i sigari realizzati completamente a mano, il cui ripieno è formato da foglie intere.
Totalmente a mano - tripa cort - alcuni sigari sono realizzati a mano ma sono TC, tripa corta, cioè sigari il cui ripieno è formato da picadura, tabacco trinciato, a pezzi piccoli.
Sigari realizzati a macchina - le scatole che contengono sigari realizzati a macchina, sul fondo portano stampati soltanto i timbri “Habano S.A.” e “Hecho en Cuba”.

Codice della fabbrica e data della scatola – Sul fondo delle scatole troviamo anche altri due sigilli: uno è il codice che indica quale fabbrica ha realizzato i sigari, l’altro indica invece il mese e l’anno in cui sono stati inscatolati. Le date non sono codificate. Il sistema iniziò nel 2000 con “00”, quindi “01” e così via.

ENE

(Enero)

Gennaio

FEB

(Febrero)

Febbraio

MAR

(Marzo)

Marzo

ABR

(Abril)

Aprile

MAY

(Mayo)

Maggio

JUN

(Junio)

Giugno

JUL

(Julio)

Luglio

AGO

(Agosto)

Agosto

SEPT

(Septiembre)

Settembre

OCT

(Octubre)

Ottobre

NOV

(Noviembre)

Novembre

DIC

(Diciembre)

Dicembre

STILI DI PRESENTAZIONE

I sigari si presentano confezionati in diversi modi:

  • Nudi, vestiti solo dell’anilla. Nelle edizioni limitate e in altri produzioni speciali, i sigari sono fasciati con due anelli;
  • Avvolti in lamine di legno di cedro. Il legno è poroso, non impedisce la corretta conservazione del sigaro;
  • In tubos di alluminio. Questi tubetti furono pensati dalle compagnie ferroviarie, a metà degli anni 30. Sono l’ideale per il trasporto. Vanno tolti se il sigaro deve essere conservato nell’umidificatore;
  • Avvolti in una sottile carta di tessuto. Attualmente solo la marca Fonseca adotta questo sistema. Protegge la capa;
  • Avvolti in cellofan. Si usa questo tipo di confezione solo per i sigari realizzati a macchina;
  • Sigari rotondeggianti e sigari pressati. Tutti gli Habanos sono di forma cilindrica quando abbandonano il banco del torcedor. Ma alcuni vengono volutamente confezionati in scatole habilitadas più piccole, di modo che i sigari acquistino una forma quadrata. Questo confezionamento è raro, non mancano gli estimatori.