Stanwell

Alla fine degli anni quaranta Poul Nielsen adottò il nome inglese Stanwell con l’obiettivo di ampliare il mercato poichè le pipe in radica pregiate erano all’epoca prevalentemente di origine britannica. Non poteva tuttavia prevedere che la sua azienda avrebbe conquistato prestigio e rinomanza internazionale proprio per lo stile danese.
Strettamente legato alla storia della casa Stanwell è il nome di Sixten lvarsson, designer geniale che ha contribuito notevolmente alla notorietà mondiale della pipa danese e che è rimasto fedele alla Stanwell e al suo fondatore Poul “Stanwell” Nielsen per quasi quarant’anni. L’azienda annovera ancora oggi nel suo programma alcuni modelli di Ivarsson.
La ditta venne fondata nel 1942 a Kyringe, nei Paesi Bassi, quando la Danimarca era occupata dai nazionalsocialisti. Dapprima era una segheria dove si facevano zoccoli in legno, ma poco dopo la produzione venne estesa alle pipe in faggio a forma quadra. A partire dal 1948, quando ebbe inizio la collaborazione con Sixten Ivarsson, le pipe vennero prodotte in radica.
Il prestigio e il volume della produzione continuarono ad aumentare e, in periodi particolarmente proficui, venivano prodotti più di 250.000 esemplari all’anno. Dal 1965 la moderna fabbrica della Stanwell è ubicata in una ex latteria di Borup, a sud di Copenhagen.
Il catalogo della Stanwell contempla approssimativamente ottanta modelli differenti proposti in numerose varianti: lisce, sabbiate, con diverse vere decorative, in molteplici colori, con o senza filtro complessivamente sono più di 400 pipe diverse.
Una cosa è certa: senza la casa Stanwell la pipa danese non avrebbe conquistato il prestigio internazionale di cui gode oggi.

WhatsApp chat